Indietro

"Usb, il sindacato di tutti gli sfruttati"

L'Unione Sindacale di Base chiarisce la posizione sui migranti: "Siamo al loro fianco come delle altre classi oppresse che rappresentiamo"

PONTEDERA — "In questi giorni intorno alla lotta dei richiedenti asilo dei due centri della Tinaia a Cascina e del Brichotel di Ponsacco si è sviluppata una campagna stampa deformante e per certi aspetti feroce, che tenta di mettere all’indice l’Unione Sindacale di Base come sobillatrice dei migranti, riducendo l’insieme delle richieste emerse in questi mesi al problema del vitto nei centri suddetti, punta dell’iceberg di una situazione che andrebbe affrontata complessivamente". Così l'Unione Sindacale di Base vuol chiarire la sua posizione in merito all'argomento dei migranti, hai quali dice di essere da sempre al fianco "non tanto e non solo per solidarismo umanitario, ma perché individuiamo in questi soggetti una parte del grande mondo delle classi oppresse che rappresentiamo: lavoratori dipendenti pubblici e privati, precari, disoccupati, senza casa, donne, giovani, pensionati".

E ancora: "Con i ben noti metodi di sciacallaggio mediatico si tenta di isolare e ridurre il nostro intervento ad una sua parte, con l’evidente tentativo di mettere in cattiva luce le lotte che portiamo avanti tutti i giorni alla Piaggio e nell’indotto, all’aeroporto di Pisa e tra i Vigili del Fuoco, alla Geofor e all’AVR, All’Università e nel settore della ricerca, tra i pensionati e tra i precari, per la difesa del diritto di sciopero e contro le politiche economiche dei governi nazionali e dell’Unione Europea".

"Insieme ai migranti, ai lavoratori pubblici e privati, ai precari, ai pensionati, ai giovani, alle donne che ogni giorno lottano per la propria dignità - concludono dall'Usb -, romperemo il muro di odio costruito ad arte per mantenere l’ordine dello sfruttamento che ancora ci governa".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it