Indietro

Granata, ultimo allenamento e cena insieme

La squadra al Mannucci per una partitella e per l'ultima cena insieme. Per qualcuno ci sarà l'addio, per altri l'arrivederci. E per Borri la serie B

PONTEDERA — I play off che tre settimane fa parevano sicuri e che invece sono volati via ma c'è la soddisfazione della salvezza in largo anticipo e della conferma della serie C per il settimo anno. Sette campionati con due accessi agli spareggi per la B, uno col Lecce e l'altro con la Viterbese, il primo perso in terra di Puglia all'ottavo rigore dopo i supplementari e dopo aver dominato la partita, come lo stesso allenatore del Lecce riconobbe, sbagliando però due o tre occasioni facili. E sbagliando l'ottavo tiro dal dischetto col giovane terzino Andrea Pastore che volle provare un 'cucchiaio". Mandandolo fuori.

Oggi finisce dunque la settima avventura del Pontedera nel calcio professionistico, un campionato pieno di rinvii e recuperi e con molto pregi e alcuni difetti da parte granata. Pregi di un bel gioco espresso in più della metà delle partite e difetti soprattutto sotto porta, come dimostrano i soli 33 gol segnati (contro i 39 subiti), peggior risultato fra le prime 14 squadre della classifica mentre nella bassa graduatoria soltanto due squadre hanno segnato meno.

Fra i problemi della squadra di Ivan Maraia, che salvo sorprese resta in granata, ci sono stati anche i tanti infortuni, a cominciare da quello di Andrea Magrini, grande protagonista fino a quel momento, e l'epidemia di influenza che caratterizzarono l'inizio del girone di ritorno.

Le le due ultime partire perse, quelle dell'addio ai play off a favore dell'Alessandria, hanno avuto storie diverse ma entrambe legate a un rigore. Se infatti l'Alessandria giocò meglio meritando il successo, il rigore sbagliato nel finale da Mannini avrebbe portato il punto che bastava. Mentre a Lucca la partita è stata alla pari e ha deciso soltanto il rigore dubbio concesso al rossoneri.

Ora l'interesse va al calcio mercato condotto ancora da Paolo Giovannini e che vedrà i centrale difensivo Lorenzo Borri approdare sicuramente in B - vederemo con quale squadra - dove sono già approdati diversi granata in questi 7 anni. Fra i più in vista resteranno capitan Andrea Caponi, alla lunga il migliore, probabilmente l'ex capitano Vettori che vuol giocare ancora un anno dimostrando in campo che può farlo, e forse anche Daniele Mannini che, rigori a parte, è stato importante per la squadra.

 Per il resto, vedremo. Di qui a luglio c'è tempo.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it