Indietro

"I vertici Agape sempre aperti al confronto"

Gessica Massei, presidente Agape

Gessica Massei, presidente della cooperativa sociale di Fornacette, respinge al mittente le accuse mosse dai lavoratori

CALCINAIA — “Respingo con forza il contenuto del comunicato sindacale, anche se condivido il momento di difficoltà che caratterizza il cooperativismo sociale nel suo complesso” dice Gessica Massei, presidente Agape, cooperativa di Fornacette che gestisce una serie di strutture, centri per l’infanzia, rsa e centri diurni in Toscana.

"La nuova governance di Agape – spiega la responsabile della cooperativa - ha dovuto accogliere proprio questa sfida ampliando il ventaglio di possibilità verso nuovi orizzonti sia sul settore pubblico che privato". Massei a questo proposito descrive i servizi riacquisiti: "5 Centri Diurni per Disabili, sui quali in un primo momento proprio gli educatori professionali hanno vissuto l'incertezza della continuità lavorativa, che Agape non solo ha garantito ma in alcuni casi ne ha migliorato le condizioni. Così come per il Servizio Sociale nel quale i lavoratori, 31 persone, oltre a mantenere la propria occupazione, hanno incrementato, alcuni di loro, anche le condizioni contrattuali, con un miglior favore".

L'elenco è lungo e spazia dagli sportelli Informagiovani nei territori dell'Unione Valdera insieme a Ponsacco, Crespina-Lorenzana, Santa Maria a Monte e Calcinaia, passando ai campi solari, agli sportelli scuola nella zona pisana e non solo.

La presidente Massei anticipa poi che l'acquisizione di un immobile vedrà al proprio interno l'attivazione di servizi di tipo sanitario oltre che socio-sanitario, destinati a persone disabili e minori. Attività, incalza, che “sono del tutto incompatibili con lo stato di 'immobilismo' lamentato".

"Certo - ammette la presidente Agape -, i tempi di realizzazione, attivazione e implementazione dei servizi privati non sono brevi e questo può dare la sensazione di un rallentamento, tuttavia, lo sforzo della Cooperativa è sicuramente molto alto, sia in termini economici che di impiego di energie e risorse umane, per garantire un ampliamento dei servizi svincolati dalle logiche di appalto”. 

L'incertezza dovuta al sistema degli appalti, secondo Massei, non deve però preoccupare oltremodo i lavoratori: “Gli appalti che, legittimamente, preoccupano molto in questo particolare momento storico per molteplici motivi non debbono tuttavia, essere vissuti con un’ansia occupazionale soverchia rispetto alla realtà. Ricordiamo che le normative impongono, anche in caso di cambi gestione, clausole di salvaguardia del personale dirette alla tutela delle posizioni lavorative. Creare panico e terrore nei lavoratori, rappresentando scenari apocalittici, pone in capo a chi utilizza questi strumenti, la massima responsabilità rispetto alla creazione di stati emotivi e psicologici di ansia per il proprio futuro".

Massei, infine, ci tiene a precisare che la cooperativa "è stata disponibile facendo numerosi incontri con le organizzazioni sindacali proprio per aggiornarle in merito all'andamento generale e affrontare le istanze riportate”. E, aggiunge: "Non è mai stata intenzione di questa Direzione interrompere la dialettica tra le parti, nel rispetto dei ruoli. Oltre a questi spazi di confronto infatti, sono stati istituiti tavoli tecnici che vedono in interazione, le direzioni Agape, i rappresentanti sindacali aziendali e gli uffici coinvolti nella gestione del personale, con l'intento di risolvere proprio le difficoltà dell'operatività quotidiana".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it