Indietro

Smith di Saline, in 200 col fiato sospeso

Sembra che l'azienda americana abbia annunciato ai sindacati la volontà di chiudere lo stabilimento della frazione di Volterra

VOLTERRA — La crisi era nell'aria già da tempo. E si temeva che potesse non essere il solito ciclo di cassa integrazione legato all'andamento negativo del mercato del petrolio. Ma la notizia piomba in questi minuti comunque come un fulmine a ciel sereno: la Smith International, che fa parte del gruppo Schlumberger LTD, avrebbe annunciato ai sindacati provinciali di voler chiudere lo stabilimento di Saline di Volterra, la Smith Bits. Proprio in questi minuti i lavoratori sono riuniti in assemblea, ma da quanto si apprende, la decisione dell'azienda americana di chiudere i battenti sarebbe già sul tavolo di sindacati e istituzioni. La situazione è quindi gravissima.
L'azienda ha circa 200 occupati ed è una delle più grandi del territorio. A Saline si fabbricano prodotti avanzati per l'industria estrattiva (petrolio, gas, vapore, acqua e minerali), produzione dalla quale deriva circa il 70 per cento del fatturato annuale realizzato in Italia e esportata per il 99,8 per cento.

Notizia in aggiornamento

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it