Indietro

"Abbandono rifiuti, sindaci hanno responsabilità"

Marcello Casati (Uil Pisa)

Così Marcello Casati della Uil di Pisa che, confermando quanto denunciato dalla consigliera Baldini Orlandini, attacca la sindaca Fais

TERRICCIOLA — Nei giorni scorsi la denuncia della consigliera di minoranza Elena Baldini Orlandini, riguardo al continuo abbandono di rifiuti a Selvatelle da parte di abitanti di comuni limitrofi ("Dai Comuni vicini continui abbandoni di rifiuti"). Oggi l'intervento di Marcello Casati (Uil Pisa), che sottoscrive quanto denunciato dalla consigliera e attacca la sindaca Maria Antonietta Fais, per la mancata concertazione sulla bilancio preventivo 2018.

"Confermo quanto riportato dal vostro giornale - scrive Casati -, delle preoccupazioni manifestate dalla consigliera comunale di Terricciola, Baldini Orlandini, rispetto al conferimento dei rifiuti nei cassonetti, installati nel comune di Terricciola, da cittadini che abitano nei comuni limitrofi. Dopo la battaglia sui costi non controllabili e penalizzanti nei confronti dei cittadini, in materia di Tari, portata avanti dal sottoscritto e dalla Uil in primis, assieme ai colleghi di Cgil e Cisl, con i Comuni della nostra provincia, quest’anno abbiamo contestato questi conferimenti abusivi dei rifiuti ai sindaci i quali, durante le trattative, hanno promesso di impegnarsi per risolvere un aspetto incivile e deprecabile

Non secondario il danno economico nei confronti dei cittadini di quei comuni che non fanno la differenziata, costretti a pagare il 100% dei costi per lo smaltimento dei rifiuti non loro. I sindaci confinanti, in particolare Capannoli e Casciana Terme Lari, la conoscono bene questa grave anomalia, in quanto l’abbiamo fatta presente a più riprese. Purtroppo i risultati sono sotto gli occhi di tutti. 

Comunque la cosa assai più grave, a mio avviso, è che l’Amministrazione comunale di Terricciola, della sindaca Fais, oltre a sottovalutare questo danno per i cittadini di Terricciola, non ha ritenuto necessario neppure confrontarsi con i sindacati, come invece hanno fatto la maggioranza dei sindaci della provincia di Pisa, per parlare di questo o altri problemi durante l’approvazione del bilancio preventivo del 2018. Un bell’esempio di democrazia partecipata da parte di chi 'predica bene ma razzola male' ".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it