Indietro

Rifiuti: 56 multe in 10 giorni

Conferimenti impropri da tutta la Valdera nel capoluogo. C'è anche chi paga gli extracomunitari per buttare l'immondizia e non farsi beccare

PONTEDERA — 56 verbali in 10 giorni fatti a cittadini di tutta la Valdera e anche arrivati da fuori. La polizia dell'Unione a Pontedera non perdona chi conferisce l'immondizia in modo improprio, nella maggior parte dei casi per sottrarsi al porta a porta, o chi abbandona i rifiuti ingombranti nei pressi dei cassonetti invece di conferirli alle isole ecologiche o chiamare Geofor che li rimuove gratuitamente a domicilio. A presentare i dati della pattuglia del nucleo ambientale della polizia dell'Unione è il comandante Michele Stefanelli, che dice “Abbiamo appurato che l'unico modo per fermare questo malcostume è quello di multare chi conferisce abusivamente. Abbiamo una pattuglia che batte il territorio negli orari più strani per lo più verso sera e interviene quando trova dei trasgressori. Abbiamo trovato delle vicenda incredibili”.

E in effetti è già incredibile che le persone vengano anche da Capannori in provincia di Lucca a gettare i rifiuti a Pontedera nei cassonetti o ad abbandonare i rifiuti ingombranti. Le zone più calde sono quella dove ci sono i cassonetti filo strada li i cittadini abbandonano di tutto dai televisori ai mobili vecchi sporcando e rendendo indecorosa la città.

Delle 56 multe fatte a Pontedera 19 sono state elevate a cittadini di Santa Maria a Monte, 17 a residenti a Bientina, 5 a calcinaioli, altre 5 a persone che vivono a Pontedera, 2 a ponsacchini, alle restanti i persone arrivate da Buti, Palaia, Santa Croce, San Giuliano, Capannori di questi verbali solo 5 sono a carico di stranieri. Ogni sanzione vale 100 euro. “Gli agenti – spiega Stefanelli - in un primo tempo hanno anche provato ad essere comprensivi, ma alla fine si sono accorti che i cittadini si approfittavano della loro disponibilità e svoltato l'angolo andavano a conferire in un altro cassonetto”.

Poi ci sono della storie incredibili attuate dai cittadini della Valdera per non fare la raccolta differenziata, come quella di un pontederese, che per conferire impropriamente i rifiuti nei cassonetti filo strada, nonostante nella sua zona vi fosse la raccolta porta a porta, ha chiesto ad uno straniero di andargli a buttare via i rifiuti in modo da non essere rintracciabili, ma alla fine gli agenti lo hanno identificato lo stesso.

“Da settembre -spiega Stefanelli - stiamo valutando anche di usare dei deterrenti come le telecamere e le telecamere , dove può essere inserito l'apparecchio per le riprese. Inoltre sto pensando di proporre a Geofor una sorta di incentivo, di premialità a tutti quei cittadini virtuosi che conferiscono correttamente i rifiuti ingombranti alle piattaforme ecologiche”.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it