Indietro

Un grande centro per "combattere" l'autismo

Nasce nella galleria della "coppina" la più grande struttura toscana del settore. 82 assistiti e altri in arrivo, 20 operatori e 600 metri di spazio.

PONTEDERA — 82 assistiti con rispettive famiglie provenienti da tutta la Toscana nord occidentale e con altri in lista d'attesa. 20 operatori di cui 8 a tempo indeterminato con diplomi e lauree in psicologia, logopedia e altri settori. Un supervisore, il dottor Giovanni Miselli. Dodici stanze e una grande sala-palestra per incontri collettivi e una superficie totale che sfiora i seicento metri. 

Sono questi dati del "Centro Principe e la Volpe" inaugurato in locali già commerciali ma tempo vuoti della galleria Coop, la cosiddetta 'coppina' di via Brigate Partigiane. Locali di proprietà privata presi in affitto e ristrutturati che si presentano con colori vivi e arredi invitanti. Locali dove col metodo ABA vengono curati giovani e meno giovani affetti da autismo.
"Gli autistici vanno presi in cura il più presto possibile perchè è un affezione dalla quale non si guarisce", ha detto la psicologa e neo mamma Benedetta Lazzerini che insieme alla logopedista Francesca Girelli fondò cinque anni il centro in due stanze e tre assistiti a Calcinaia. Sbarcato a Pontedera è diventato probabilmente il più importante centro di riferimento per l'autismo della Toscana, con tanto di riconoscimento ufficiale della Regione che stanzia 450 euro alle famiglie con un figlio affetto da questa sindrome.
"Col metodo ABA che noi seguiamo - ha detto con pacato orgoglio la dottoressa Lezzeroni - si migliora tanto. Come dimostrano i 7 casi già dimessi perché ormai in grado di muoversi e relazionarsi con gli altri anche con ulteriori margini di miglioramento". E che la terapia del Centro Principe e la Volpe funzioni, abbia importanti effetti, lo ha confermato anche Valter Pantani, padre di un ragazzo autistico e presidente dell'associazione creata dalle famiglie.
Hanno parlato esprimendo la loro soddisfazione e il loro impegno per questa attività anche le operatrici Susy Beddia, venuta dal Piemonte, Luce Brazzo e Giulia Aringhieri e il progettista De Rosa che ha trasformato i locali commerciali. Mentre il sindaco Simone Millozzi e il consigliere delegato Floriano Della Bella, hanno espresso grande gioia per quanta iniziativa arrivata all'inaugurazione.

"Eravamo di fronte a spazi ormai bui - ha detto il sindaco - che ora risplendono di luci. Con Floriano Della Bella abbiamo seguito passo passo questa iniziativa e annuncio già che un'altra entrerà in funzione nella galleria Coop. In questa caso sarà un centro di portierato sociale che in collaborazione con l' Arci si occuperà delle relazioni spesso difficile fra gli abitanti di condomini. E sempre in questa zona riqualificheremo Piazza Naldini anche con giochi".

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it