Indietro

Trent'anni di Workcenter

Il Workcenter of Jerzy Grotowski

Il Workcenter of Jerzy Grotowski spegne trenta candeline con tanti progetti sul tavolo. Tutti gli appuntamenti, da Pontedera al Bronx newyorkese

PONTEDERA — Negli ultimi trent’anni, compiuti nel 2016, il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards ha costantemente allargato le frontiere dell’ambito teatrale e ha approfondito la propria ricerca in modi unici e straordinari, seguendo l’insegnamento del fondatore Jerzy Grotowski, uno dei più grandi ricercatori e innovatori di teatro del XX secolo.

Oggi attivo nell’ambito della Fondazione Teatro della Toscana, il cui impegno costituisce il fulcro delle attività internazionali della Fondazione, il Workcenter con Thomas Richards come direttore artistico e Mario Biagini come direttore associato annovera 18 persone di 9 nazionalità diverse, impegnate nella ricerca sistematica sulle arti performative e in un’intensa azione pedagogica.

Nel 2017 sono previste dimostrazioni, presentazioni di opere e pedagogia con comunità locali in Polonia, Austria, Ungheria, Francia, Russia, in Grecia con giovani del campo profughi sull’isola di Samos, a New York con i senzatetto, gli ex detenuti e gli anziani del Bronx, in Cina, Brasile, Turchia, oltre agli impegni in Italia, a Pontedera, Firenze, Bologna, Modena e Milano.

Dall’inizio del percorso di Teatro Nazionale, nel febbraio 2015, il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards è entrato a pieno titolo nel novero delle attività che fanno riferimento alla Fondazione Teatro della Toscana, che da subito ne ha compreso il valore e la consonanza con altre esperienze della Fondazione.

Il Workcenter è divenuto, quindi, il cardine delle attività internazionali del Teatro della Toscana, in uno stretto e mutuo rapporto di scambi e iniziative culminato nella prima partecipazione del Workcenter al Fringe Festival di Edimburgo l’estate scorsa.

Una continuità di crescita in larga parte resa possibile dal supporto costante di Roberto Bacci, Carla Pollastrelli curatrice e traduttrice della prima edizione italiana integrale dei Testi di Jerzy Grotowski (uscita nella collana Oggi, del teatro de La casa Usher), e Luca Dini, co-direttore del Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera, attualmente confluito nella Fondazione Teatro della Toscana.

Il Centro di Lavoro di Jerzy Grotowski (dal 1996 Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards), è nato nel 1986 a Pontedera su iniziativa del CSRT e della University of California, Irvine, in collaborazione con Peter Brook – Centre International de Créations Théatrales, come istituto creativo di educazione permanente per artisti adulti.

Ad aprile 2017 quattro workshop di approfondimento su aspetti specifici del lavoro svolto dal Workcenter (come quello sui canti tradizionali) toccheranno le città di Varsavia, Vienna, Parigi e Roma.

Tra fine aprile e inizio maggio il Workcenter sarà per la prima volta al Mitem Festival di Budapest con due date dell’ultima creazione The Underground: a Response to Dostoevsky e una conferenza dal titolo Thirty Years of the Workcenter: a Retrospective in cui il direttore artistico del Workcenter dialogherà col pubblico, ripercorrendo i trent’anni di storia del Workcenter.

Sempre a maggio sono in programma: a Lublino, in Polonia, due date del ‘cult’ The Living Room e un incontro sugli attuali sviluppi della ricerca del Workcenter; a Rennes, in Francia, un workshop al Théâtre Nationale de Bretagne; a Perm, in Russia, la presentazione di propri lavori al Diaghilev Festival; sull’Isola di Samos, in Grecia, con i giovani del campo profughi e i ragazzi originari dell’isola, per creare insieme a loro uno spettacolo sul tema dell’esilio, dell’allontanamento forzato dal proprio paese e dalla propria casa: l’esperienza verrà documentata da un’equipe polacca, che realizzerà un documentario.

Il Workcenter tornerà a New York a giugno-luglio, settembre-ottobre, ottobre-novembre, per continuare il suo lavoro con le comunità del Bronx e arrivare a una creazione che coinvolga i senzatetto che fanno parte dei programmi di inclusione sociale presenti nell’area del Mid-Bronx, gli ex detenuti in collaborazione con Stella Adler Studio, la popolazione anziana del Mid-Bronx Senior Citizen Center.

Da luglio, inoltre, gli impegni spazieranno dalla Cina, a Hong Kong e a Shangai, al Brasile, alla Turchia.

Non meno rilevante di quello internazionale è il calendario delle attività in Italia. Il Workcenter svolge attività di formazione stabile a Pontedera nella stagione invernale con il Master Course e in quella estiva con il Summer Intensive Program.

Una serie di incontri è prevista a febbraio in Toscana, tra Pontedera, Scandicci e Firenze, con i Seminari Liberi di Canto e gli Incontri Cantati rivolti a gruppi di persone attive nei più diversi campi artistici, sociali e professionali.

La presenza nel prossimo giugno a Mechrí/Laboratorio di filosofia e cultura di Milano rappresenta il completamento pratico del percorso iniziato nel dicembre 2016: verrà presentato il lavoro del Workcenter agli associati di Mechrì, coinvolgendoli in una sessione di canti tradizionali della diaspora africana.

Tra fine novembre e inizio dicembre, grazie alla collaborazione tra ERT e La Soffitta, il Workcenter sarà impegnato a Modena e Bologna: eventi performativi si terranno in entrambe le città (Dark is My Mother a Bologna, The Hidden Sayings, Seminari Liberi di Canto e Incontri Cantati a Modena), mentre Bologna ospiterà le attività pedagogiche, compreso un workshop per studenti dell’università e un convegno sui testi di Grotowski, alla presenza di esperti italiani e stranieri sia del lavoro di Grotowski che del Workcenter.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it