Indietro

Studenti vandali sul corso, sono una decina

Vanno avanti le indagini della polizia. Identificati i minorenni che sabato sera hanno danneggiato arredi e auto. Il sindaco: "Sporgerò denuncia"

PONTEDERA — La polizia ha reso noto che sono una decina i minorenni individuati come responsabili dei vandalismi effettuati sul corso Matteotti e su alcune auto parcheggiate in centro.

Si è appreso che i ragazzi sono stati fermati da una volante della polizia pochi minuti dopo i fatti. Il 113 è stato chiamato da alcuni cittadini, disturbati dalle azioni vandaliche dei giovani.

"Ieri ero presente allo scempio - ha scritto un cittadino sulla pagina fb del sindaco -  e quando ho tentato di fermarli, come ha fatto altra gente, sono stato ricoperto di insulti e volevano rincorrermi per picchiarmi... abbiamo chiamato polizia e carabinieri, non so se sono stati presi. Comunque erano cinque ragazzi italiani di Pontedera sui 15, 16 anni".

In commissariato sono al vaglio i filmati delle varie telecamere di sorveglianza per attestare le responsabilità precise a ognuno dei giovani. I dieci ragazzi frequentano due diversi istituti superiori cittadini.

Nel frattempo il sindaco Simone Millozzi ha fatto sapere che nelle prossime ore sporgerà "denuncia e così invito a fare anche coloro che hanno subito danneggiamenti presso la Sezione di Polizia Giudiziaria del Commissariato".

"Oltre alle estrapolazioni delle immagini delle telecamere cittadine potrebbe essere utile qualsiasi segnalazione da parte di chi avesse assistito ai fatti" ha aggiunto il primo cittadino. 

"Il mio auspicio - ha continuato - è che le autorità incaricate di accertare le responsabilità e competenti a comminare le relative sanzioni, qualora fosse confermata la minore età degli autori di quelli che sono reati e non bravate, possano valutare nel rispetto della legge la valenza pedagogica di misure di giustizia riparativa e socialmente utili per la collettività anche al fine di favorire la responsabilizzazione e l'educazione alla cittadinanza attiva dei ragazzi stessi. Come ho detto ieri sarebbe ovviamente utile agli stessi autori dei danneggiamenti presentarsi al commissariato di polizia per alleggerire la propria posizione".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it