Indietro

Ragazzo travolto dal bus, parla il sindaco

Simone Millozzi

Dopo le accuse dei sindacati: "Siamo vicini alla famiglia del giovane. I provvedimenti, che erano già programmati, non avrebbero evitato l'incidente"

PONTEDERA — Il sindaco Millozzi risponde ai sindacati che avevano puntato il dito contro le istituzioni riguardo ai fatti avvenuti lunedì 21 dicembre. Un giovane di 15 anni si trova ricoverato in prognosi riservata a Cisanello dopo essere stato investito da un bus.

Queste le parole di Millozzi: Premetto che questo dovrebbe essere solo il momento, in silenzio, della vicinanza di tutti alla famiglia del ragazzo coinvolto nell'incidente con l'autobus e della speranza che possa rimettersi bene e presto e quindi non può certo essere il tempo per trovare in modo scomposto giustificazioni, capri espiatori, responsabilità, ragioni e torti.

Mi si chiede tuttavia di rispondere ad alcune affermazioni nette da parte dei sindacati degli autisti che lamentano di non aver avuto riscontro su un problema di sicurezza al capolinea nei pressi dello stadio di Pontedera all'uscita delle scuole malcelando un addebito di responsabilità all'operato del Comune. Non possiamo accettare questa impropria ricostruzione tra le cause e gli effetti!
Dispiace di fronte ad un evento del genere che i sindacati nulla dicano sul fatto che proprio la problematica che avevano sollevato, non collegabile in nessun modo al fatto drammatico avvenuto, sia stata invece dal sottoscritto recepita tanto che ho personalmente e prontamente dato seguito alle segnalazioni convocando sia l'azienda che i sindacati stessi per riuscire a capire come far fronte alla logistica nella zona del capolinea ed evitare che l' assembramento inevitabile alla fermata continuasse a costituire un pericolo per l'incolumità dei ragazzi; in più di una occasione, non ultimo nel definitivo sopralluogo dell'ottobre scorso, abbiamo approfondito la situazione e concordato soluzioni che potessero diminuire l'incidenza del rischio, compresa la diversificazione degli orari dei bus.
Sulla scorta delle informazioni e delle indicazioni suggerite abbiamo fatto verifiche con la polizia locale e l'ufficio tecnico per monitorare la situazione dal vivo ed al termine del percorso istruttorio con CTT abbiamo formalmente concordato e programmato, durante la pausa scolastica, un intervento per sdoppiare il punto di raccolta odierno rispetto ai due flussi, verso nord e verso sud, con una fermata al fianco dello stadio, alleggerendo così il numero degli studenti in attesa di salire sugli autobus nel medesimo posto. Questa è stata l'unica cosa che ci è stata segnalata e richiesta dai sindacati e su cui ci siamo attivati ed adoperati per risolvere!
Non posso peraltro non ripetere che tale soluzione purtroppo non avrebbe comunque evitato il grave incidente avvenuto lunedì, la cui dinamica, sebbene ancora tutta da accertare, dalle prime indicazioni pare essersi sviluppata in un'area diversa rispetto alla zona della fermata.
In questo momento, torno a dire, mi preme comunque soltanto esprimere la massima vicinanza alla famiglia del ragazzo coinvolto e l'augurio da parte di tutta la comunità che possa superare questi momenti così critici e difficili”.

Intanto dal Comune fanno sapere che i lavori per dividere gli accessi ai pullman nella zona dello stadio inizieranno lunedì 28 dicembre.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it