Indietro

Enrico Piaggio in Tv con la Vespa dell'arcivescovo

Cresce l'attesa in Valdera per vedere la fiction di Rai1 "Enrico Piaggio. Un sogno italiano" con Alessio Boni nel ruolo protagonista, come la Vespa

PONTEDERA — Questa sera, in prima serata su Rai1, andrà in onda la già famosa fiction su Enrico Piaggio e la mitica Vespa dal titolo "Enrico Piaggio. Un sogno italiano". Un'unica puntata - che sarà trasmessa in diretta anche all'Auditorium del Museo Piaggio, già tutto esaurito - che racconta la nascita della Vespa per volontà dell'imprenditore, interpretato da Alessio Boni, e su progetto di Corradino D'Ascanio, interpretato da Roberto Ciufoli.

Nel cast troviamo anche Francesco Pannofino, nel ruolo di Rocchi Battaglia, e Violante Placido, calatasi nei panni di Livia Rivelli, ma anche volti più locali, come ad esempio il pisano Paolo Giommarelli scelto per il ruolo di Capecchi. E poi spazio alle tante comparse pisane e pontederesi, frutto dei casting e dei ciak a Pisa, in piazza dei Miracoli, e alla tenuta Varramista, che fu residenza della famiglia Piaggio.

Tra le comparse anche alcuni soci del Vespa Club Pontedera tra i quali Gian Domenico Rancadore e Stefano Buonasera, perché nel film di "Vespe" ne scorrazzeranno assai.

Fra queste anche una Vespa 98 bordò che Alberto Fausto Vanni, appassionato di Santa Maria a Monte, assicura di aver riconosciuto ed essere in grado di raccontarne la storia, inviando le foto del 1986 che alleghiamo.

"Nel 1986 - racconta Vanni - un gruppo di appassionati di Santa Maria a Monte dette vita alla rinascita del Club Vespa di Pontedera, coinvolgendo anche appassionati delle due ruote di Pontedera. Il club era formato da Giuseppe Stefanelli, presidente recentemente scomparso, Giuseppe Ibba, Alberto Nuti, Luciano Dini e io. Organizzammo il 40esimo anniversario della nascita della Vespa sia a Santa Maria a Monte che a Pontedera. Allora il museo della Vespa non era ancora aperto ma la Piaggio ci consegnò 15 Vespe che furono esposte in occasione dell'evento".

"Un collezionista, allora molto giovane, Roberto Donati di Piacenza - ricorda ancora Vanni -, portò la sua bellissima Vespa 98 di colore bordò, appartenuta all’arcivescovo di Pisa Ugo Camozzo e regalatagli dalla Piaggio. E quella Vespa ora protagonista della fiction nel 1986 fu protagonista a Santa Maria a Monte e Pontedera in occasione del 40° anniversario".

Questa una piccola curiosità, in attesa che la messa in onda della fiction susciti altri ricordi, altre emozioni e, inevitabilmente, anche qualche critica.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it