Indietro

"L'Asl non ha idea di come lavorino i dipendenti"

Secca replica del sindacato Nursind Pisa alla Asl Toscana nord ovest, circa la disponibilità di divise pulite all'ospedale Lotti

PONTEDERA — Ieri l'azienda sanitaria ha assicurato agli infermieri che presto all'ospedale Lotti di Pontedera arriveranno gli armadi per la distribuzione automatica di divise pulite (leggi: Al Lotti i distributori automatici di divise). Questo perché i sindacati avevano lamentato una scarsa disponibilità di queste ultime, tanto che alcuni operatori si vedrebbero costretti a lavorare in corsia con camici sporchi. La replica di Nursind Pisa non si è fatta attendere.

"A seguito della risposta aziendale inerente il problema divise del personale infermieristico - ha scritto il segretario provinciale del sindacato, Daniele Carbocci -, corre l’obbligo di precisare che il guardaroba è spesso sprovveduto di divise e se le ha generalmente sono solo taglie S o XXL. Inoltre il guardaroba ha un’apertura mattutina e solo nei giorni feriali quando invece la necessità di avere un cambio perché la divisa viene sporcata, capita anche di pomeriggio, notte e festivi. Quanto risposto ci fa capire ancora una volta di come l’azienda non ha idea di come lavorino i propri dipendenti".

"Altra criticità di cui l’azienda non ha tenuto conto - prosegue il sindacalista - è che andare fisicamente al guardaroba significa lasciare il proprio posto di lavoro, una rianimazione o una sala operatoria ad esempio, senza contare il fatto che gli infermieri che operano sul territorio dovrebbe partire dalla zona pisana o dalla Valdera per recarsi al guardaroba situato dentro il presidio ospedaliero “F. Lotti” perdendo ore di prestazioni assistenziali. Ribadiamo che il problema è estremamente serio e che l’azienda l’ha fino ad oggi sottovalutato non interessandosi per una soluzione in tempi brevi. Rimangono peraltro inevase le risposte circa il fatto di sapere se il contratto viene già pagato oppure no".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it