Indietro

File e caos all'ufficio anagrafe

Code e disagi agli sportelli comunali per ottenere un qualsiasi documento. Colpa dell'introduzione della carta d'identità elettronica, ma non solo

PONTEDERA — Ore di attesa per chiedere e ottenere il rilascio di un semplice certificato, come quelli di nascita o di morte, si stanno registrando in questi giorni all'ufficio Anagrafe del Comune di Pontedera. Tanto che alcuni cittadini desistono e abbandonano l'ufficio, provando a ripresentarsi il giorno successivo. Ma la musica non cambia.

La colpa principale è dei tempi necessari, minimo venti minuti, per effettuare la richiesta del rilascio della Cie, la Carta d'identita elettronica che - in linea di principio - dovrebbe semplificarci la vita. Ma complice appare anche la disorganizzazione dell'ufficio: "Ci sono due sportelli - ha osservato un cittadino esasperato - ma non c'è un numero da prendere per organizzare gli accessi. Inoltre, sarebbe opportuno dedicare uno sportello al rilascio dei documenti semplici e l'altro riservarlo alla Cie, che tra l'altro è possibile richiedere su appuntamento".

In pratica, se ad entrambi gli sportelli c'è un cittadino che chiede il rilascio della Cie, che prevede la consegna di numerosi documenti e la lettura delle impronte digitali, l'ufficio si blocca per almeno mezz'ora.

"Le procedure ministeriali per l'accettazione della domanda di rilascio, compresa la
rilevazione delle impronte digitali - hanno fatto sapere dal palazzo comunale -, occupano materialmente ed inevitabilmente più tempo rispetto al passato. Trattandosi di nuove
procedure
, che sono in fase di avvio e da poco vigenti, per ora non è possibile procedere più velocemente". 

"Il Comune - hanno aggiunto - ha attivato per adesso un sistema di prenotazione e sta lavorando per migliorare i tempi e per introdurre miglioramenti nella procedura che permettano di velocizzarla. Nei prossimi giorni saranno comunicate delle novità", tuttavia "è opportuno che i cittadini che hanno esigenze particolari si premurino di recarsi per tempo in Comune e di prenotare con il dovuto anticipo. Le situazioni di particolari urgenza sono comunque gestite dall'ufficio per dare risposte rapide ai cittadini".

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it