Indietro

Di sicurezza si parla a un unico tavolo

I componenti del tavolo sicurezza

I capigruppo di maggioranza e minoranza hanno esposto le azioni messe in atto in materia di sicurezza urbana. Al vaglio le applicazioni del dl Minniti

PONTEDERA — La sicurezza come tema che sta al di sopra delle logiche partitiche, che interessa a tutti e per il quale l'amministrazione comunale ha spinto verso un dialogo costruttivo fra tutte le parti politiche. Con questi argomenti e finalità, ormai circa un anno e mezzo fa, si sono seduti al tavolo consiliare della sicurezza i capigruppo dell'assemblea municipale pontederese e ora sono pronti a raccontare il lavoro fatto in questi mesi.

“L'intento – ha spiegato la coordinatrice del tavolo e presidente del consiglio comunale Lucia Curcio introducendo la conferenza stampa che si è svolta stamani a Palazzo Stefanelli – è quello di far capire alla cittadinanza che l'ammninistrazione, maggioranza e opposizione, sono sul pezzo in materia di sicurezza urbana. Ognuno mantenendo la sua linea politica ma senza strumentalizzazioni, stiamo lavorando insieme per elaborare proposte concrete in grado di migliorare la città”.

Alla conferenza stampa erano presente, oltre a Curcio, il sindaco Simone Millozzi, Floriano della Bella (Pd), Eugenio Leone (Arancioni per Pontedera), Domenico Pandolfi (Forza Italia), Alessandro Puccinelli (Lista Civica Indipendente) e Andrea Paolucci (Movimento 5 Stelle).

Le azioni messe in campo dal Comune per la sicurezza urbana in questi mesi, tutte su contributo e indicazione anche di questo particolare tavolo di lavoro, sono state molteplici. Secondo quanto elencato durante la conferenza, si va dalla riqualificazione di piazze e giardini alla rivitalizzazione di locali dismessi in zone critiche, al potenziamento dell'illuminazione pubblica, all'ampliamento della strumentazione di videosorveglianza. Il Comune si è anche impegnato a sollecitare la permanenza di attività commerciali e cooperative per garantire servizi e presidio civico, ha creato momenti ed eventi di socializzazione, aggregazione e mediazione culturale. In tema di sicurezza più diretta è stato messo in piedi il progetto Strade Sicure, è stata studiata una collaborazione fra polizia locale e forze dell'ordine contando anche sull'impiego settimanale dell'unità cinofila da Prato ed è stato istituito un sistema di controllo quotidiano grazie alle associazioni di volontariato.

“Il tutto – ha commentato il sindaco Simone Millozzi – è stato discusso, studiato e sostenuto dal tavolo consiliare in un apprezzato clima di onestà, cordialità e correttezza. Insieme abbiamo incontrato le forze di polizia, il questore, l'assessore regionale competente, gli operatori volontari. In ultimo, solo in ordine di tempo – ha aggiunto il primo cittadino –, ci siamo dedicati alle modifiche da apportare al regolamento di polizia urbana per l'applicazione del decreto Minniti. Per ora più attenzione è stata data al quartiere stazione, ma con le forze di polizia vaglieremo altre zone”. Il documento, con relative modifiche e integrazioni, verrà approvato in consiglio comunale nella seduta del prossimo martedì 25 luglio alle 16,30. Ad oggi, l'ordine di allontanamento previsto dal decreto è stato notificato a 10 persone nell'area prevista dall'ordinanza emanata dal sindaco a giugno scorso.

“In questi mesi di confronti seduti ad un unico tavolo – ha commentato Alessandro Puccinelli della Lista Civica Indipendente – ci siamo occupati di sicurezza a tutto tondo, che non è delegata al solo sindaco ma è cosa che riguarda tutti. Abbiamo rivolto attenzione al decoro urbano, a quelle situazioni di degrado che possono generare pericolo e alle applicazioni del decreto Minniti che ci possono tornare utili”.

“Queste – ha aggiunto Domenico Pandolfi di Forza Italia – sono le mosse che possiamo fare, gli strumenti che possiamo utilizzare. Possiamo collaborare con le forze dell'ordine e ampliare quelle zone in cui il sindaco può intervenire con i poteri conferitigli dal decreto. Il resto compete a più alte sfere”.

“Quello del dl Minniti – ha chiosato Andrea Paolucci dei 5Stelle – è solo un punto di partenza. Continueremo, sul tema della sicurezza, in questo spirito collaborativo”.

Sulla stessa linea d'onda anche i membri della maggioranza che siedono al tavolo della sicurezza, Floriano Della Bella ed Eugenio Leone che hanno detto: “Grazie a questo luogo proposto dal sindaco e accolto dalle opposizioni abbiamo avuto modo di conoscere molto in tema di sicurezza, riportare situazioni raccolte sul territorio ed elaborare proposte. Quella della sicurezza è senza dubbio una priorità di tutta l'ammnistrazione comunale”.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it