Indietro

​Centrodestra sul "pasticciaccio di Gello",

Bagnoli. Barabotti, Pandolfi e Romiti accusano Matteo Franconi di non aver saputo gestire la situazione e i cantieri da assessore ai lavori pubblici.

PONTEDERA —  "Il comune ha già pagato la ditta che dopo altre, in un continuo, frenetico, ricambio, ha lavorato nella zona industriale di Gello. Ma i lavori non sono finiti e chi sa quanto si dovrà spendere ancora per finirli". Così hanno detto, praticamente a una voce, il candidato sindaco Matteo Bagnoli, i Federica Barabotti e Domenico Pandolfi che hanno potuto esaminare tutti la documentazione come consiglieri comunali uscenti e ricandidati, e Stefano Romiti. Tutti del centrodestra.

"Non sono finiti perché i previsti famosi pannelli solari sulle coperture del parcheggio non sono arrivati, perché dalle tante strade che si doveva riparare in tutta la zona siamo scesi a pochissime, perché gli industriali non vogliono la pista ciclabile perché intralcia l'entrata e l'uscita dei camion, perché bisognerà scendere dai previsti 20 ai 70 centimetri per realizzare il sotto asfalto, perché gli alberi piantati sono di minor pregio rispetto ai progetti, e così via". " E sapete cosa hanno risposto dal comune alle proteste degli industriali? Comprate un camion più piccino"
"Doveva esser tutto pronto nel 2016_ continuano le accuse _ ma siano a metà 2019 e.... Nel cantiere si sono alternate con appalti, sub appalti e così via, 4 o 5 ditte, l'ultima quella che ha costruito la biblioteca che presenta problemi, con richieste di rialzi. Eppure c'è un assessore e candidato sindaco, Matteo Franconi, che doveva intervenire come assessore ai lavori pubblici...".
La prima ditta, di Afragola, aveva vinto l'appalto con un ribasso del 35%, poi si è cominciato con i ricorsi e con altri problemi "che il comune non ha saputo risolvere. E se è vero che l'impegno previsto di 1 milione e 300 mila euro veniva coperto da Regione e fondi europei, pur sempre soldi dei cittadini, non si vede neanche come il comune li abbia potuto sborsare tutti questi soldi pur non avendoli".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it