Indietro

​Autovelox quasi spariti, così come i T-red

I box vuoti fanno un po' paura, la scomparsa delle macchinette ha indubbiamente provocato il crollo delle multe, scese in pochi anni da 3 a 1 milione

PONTEDERA — Col solo dubbio a proposito di quello sulla Tosco Romagnola all'inizio-fine del Botteghino, che da tempo però non funziona, non ci sono più autovelox nel Comune di Pontedera

E le multe sono crollate dai circa 3 milioni a 1 milione all'anno, compreso l'appena trascorso 2018. 

Tutta colpa o... merito, secondo come si vede la questione, della (quasi) sparizione degli macchinette fisse e mobili con vigili acquattati dietro ripari _ ricordiamo l'immagine, che fece scalpore, di un acquattamento in via de Gasperi _ oppure c'entra anche la crisi economica che ha forzatamente insegnato ad evitare le multe salate? 

Forse in questo crollo delle multe stradali, ma c'è stato un calo anche per quelle dei parcheggi, c'entrano tutte e due le cose, con l'aggiunta di una terza situazione: la diminuzione delle multe ai tre semafori T-red che all'inizio all'inizio fecero più o meno 'stragì', con polemiche accesissime sul giallo, pernio del passaggio fra verde e rosso, troppo corto per i multati e invece giusto per l'amministrazione comunale più volte impegnata nello spiegare quanti erano davvero i secondi reali e non percepiti. Fatto sta che ora la gente sta più attenta. 

Gli autovelox non ci sono (quasi) più nel territorio pontederese ma come eredi e segnali della loro passata presenza hanno lasciato sul bordo delle strade parecchi box dove fino a qualche tempo fa venivano davvero istallato un autovelox. Spesso richiesto dagli abitanti di un quartiere, zona e frazione, dove il traffico era troppo veloce. Ed è appurato che questi box senza autovelox, come un fucile o una pistola senza cartucce, contribuiscano ancora a calmierare il traffico perché quasi nessuno è sicuro che dentro non ci sia niente. 

Qualche autovelox è infine rimasto sulla superstrada dove un tempo operavano i vigili dei rispettivi comuni attraversati _ nel tratto pontederese l'appostamento era in una piazzola prima della discesa verso l'uscita Pontedera est _ mentre ora il controllo e i proventi delle multe vanno alla Provincia di Firenze. 

Ultima, ma forse più importante fino alla tragicità, considerazione: ci son o più incidenti ora o quando furono introdotti gli autovelox reali e non simulati? La risposta arrivata in via ufficiosa da chi segue questa tematica è che più o meno l'incidentalità è uguale rispetto al tempo degli autovelox.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it