Indietro

Piaggio: lavoro stabile e 40milioni d'investimenti

L'azienda mantiene i 2930 operai occupati. Tutti i numeri del gruppo e i progetti per Pontedera

PONTEDERA — Piaggio farà qui a Pontedera 40 milioni di investimenti. Questa la fetta dei cento milioni complessivi che il gruppo destinerà all'economia locale e che l'azienda ha esposto durante l'incontro di ieri con i sindacati, per la periodica verifica dell'accordo. Manager e sindacalisti (i segretari provinciali Franchi di Fiom, Benedetti di Uilm, Garzotto di Fim e Catarsi di Ugl) si rivedranno però a luglio.

In primo piano, i temi degli investimenti e dell'occupazione.

Secondo quanto documentato dai dirigenti Piaggio, il polo di Pontedera nel complesso assomma oggi a 2930 dipendenti, dato allineato con quello di fine 2014. Sui livelli dello scorso anno sarebbero anche i dati del ricorso della solidarietà per gli impiegati e gli operai.

Meno motori poi, che arrivano da Pontedera dagli stabilimenti esteri. Questi sono infatti scesi al 13 per cento del totale.

A fine estate però, il gruppo lancerà la bicicletta elettrica che porterà a Pontedera nuove attività (le lavorazioni del carter) mentre l'assemblaggio finale della eBike verrà realizzato da Aprilia in provincia di Venezia.

Per gli investimenti complessivi dell'azienda, i vertici Piaggio hanno confermato che ammontano a 100 milioni gli investimenti complessivi annui del gruppo. Cifra impegnata anche per il 2015, e che vedono una rilevante parte realizzata in Europa. Per Pontedera, gli investimenti quest'anno saranno di 40 milioni che verranno destinati al nuovissimo impianto di verniciatura in fase di realizzazione e al settore di ricerca e sviluppo. Sono previsti infatti investimenti sui propulsori, nuovi veicoli e rinnovamenti di modelli già in gamma, sui mezzi a 3/4 ruote e sulla eBike Piaggio. Quindici milioni di euro verranno spesi in attività pubblicitarie, promozionali e di sviluppo della comunicazione via web per brand e prodotti che appartengono al perimetro produttivo di Pontedera. Non mancheranno anche attenzioni alla formazione, con la realizzazione di una nuova piattaforma informatica dedicata al sistema di learning management.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it