Indietro

"Pene certe per scoraggiare la criminalità"

Simone Millozzi
Simone Millozzi

Il sindaco Millozzi elogia la polizia dopo l'arresto di un presunto spacciatore di cocaina, ma chiede maggiore rigidità per chi commette reati

PONTEDERA — C'è bisogno di una pena certa per fermare e scoraggiare questa criminalità”. Il sindaco di Pontedera Simone Millozzi applaude la polizia di stato per l'arresto ai danni di un giovane, presunto spacciatore di cocaina. Al contempo il primo cittadino rimarca l'importanza di dare certezza della pena e di non permettere alle persone fermate dalle autorità di essere libere nel giro di poche ore, pronte a compiere nuovi eventi criminosi.

Queste le parole di Millozzi:

Nelle scorse ore l'attività di controllo delle forze dell'ordine ha dato ancora buoni risultati: gli uomini del commissariato della Polizia di Stato e quelli della Polizia locale hanno bloccato un presunto spacciatore di cocaina e lo hanno tratto in arresto.

Agli agenti che hanno svolto questa azione va il mio plauso e il mio ringraziamento e quello di tutta la comunità di Pontedera.

Ancora una volta abbiamo la dimostrazione che le nostre forze dell'ordine sono attente e hanno il controllo della situazione reale della sicurezza nelle nostra città.

Inoltre, come sempre accade, la sinergia tra le varie forze di polizia, rappresenta un valore aggiunto e favorisce i buoni risultati.

Ciò detto anche questa volta non posso esimermi dall'osservare come sia sempre più necessario che si individuino degli strumenti atti a impedire il reiterarsi continuo di reati e comportamenti illegali che impattano fortemente sulla qualità della vita dei cittadini. La mancanza di una applicazione certa della pena rischia anche di vanificare la meritoria e puntuale azione delle forze di polizia. Non è possibile che chi delinque sappia di poter riprendere a farlo solo poche ore dopo il suo arresto. La politica, anche ai livelli più alti, deve farsi carico immediatamente e seriamente di questo problema. Occorre dare una risposta seria ai cittadini onesti e alla comunità.

L'auspicio è che gli operatori della sicurezza, a cui non mancherà la mia vicinanza, continuino e consolidino la meritoria ed efficace attività di controllo del territorio”.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it