Indietro

Immsi, primo trimestre più che positivo

Da inizio anno ad oggi il valore delle azioni del gruppo è cresciuto di un terzo. In crescita tutti gli indicatori economici e riduzione del debito

MILANO — Al 31 marzo 2019 il Gruppo Immsi - che detiene il 50,07 per cento del Gruppo Piaggio - ha registrato performance in miglioramento rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, la crescita di tutti i principali indicatori di conto economico, un deciso incremento del risultato operativo e dell’utile netto, maggiori investimenti e la riduzione del debito.

E' quanto emerso dal Consiglio di Amministrazione di Immsi S.p.A. (IMS.MI), riunitosi oggi sotto la presidenza di Roberto Colaninno, che ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione.

I ricavi consolidati ammontano a 362,7 milioni di euro in crescita del 9% (+8,2% a cambi costanti). Gli altri dati economici resi noti oggi sono: Ebitda 51 milioni di euro, in crescita del 12,2% (49 €/mln ex IFRS 16); Ebitda margin pari al 14,1% (13,7% al 31 marzo 2018); Risultato operativo (Ebit) 21,1 milioni di euro, in crescita del 31,1% (16,1 €/mln al 31.03.2018). Ebit margin 5,8%; Risultato ante imposte positivo per 10,1 milioni di euro, più che raddoppiato (10,3 €/mln ex IFRS 16); Risultato netto inclusa la quota di terze parti a 3,6 milioni di euro (0,8 €/mln nel primo trimestre 2018); Utile netto consolidato pari a 1,8 milioni di euro, in crescita di sei volte (0,3 €/mln nel primo trimestre 2018); Posizione finanziaria netta ex IFRS 16 pari a 882,3 €/mln, in miglioramento per 44,3 €/mln rispetto a -926,6 €/mln al 31 marzo 2018. PFN al 31 marzo 2019, includendo IFRS 16, pari a -905,1 milioni euro, in miglioramento per 21,5 €/mln; Investimenti per 29,7 milioni di euro, in aumento del 31,4% (22,6 €/mln al 31 marzo 2018).

"Il Gruppo Immsi - si legge nella nota diramata - prosegue il percorso strategico di espansione geografica coerente con le strategie di prodotto nonché con le dinamiche macroeconomiche mondiali. Tale modello di gestione consente di ridurre sensibilmente i rischi derivanti da una eccessiva concentrazione della produzione e delle fonti di reddito in un singolo Paese e consente di massimizzare i ritorni nei Paesi a più alto tasso di crescita economica. Allo stesso tempo la continua analisi delle nuove ed emergenti politiche commerciali internazionali e dei mutamenti socio-politici in atto, confermano che tale diversificazione geografica garantisce la soddisfazione di una crescente domanda di qualità da parte di tutti i clienti delle società controllate, senza registrare un aumento di costi di produzione e migliorando al contempo il time to market".

Con riferimento al settore industriale, al 31 marzo 2019 il Gruppo Piaggio ha registrato performance in forte miglioramento rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, un deciso incremento del risultato operativo e dell’utile netto, e la riduzione del debito.

Nel settore navale, Intermarine S.p.A. ha registrato al 31 marzo 2019 ricavi consolidati pari a 15,5 milioni di euro; l’Ebitda positivo per 2,2 milioni di euro (Ebitda margin pari al 14,1%); Ebit pari a 1,3 milioni di euro (Ebit margin pari all’8,6%) e un utile netto positivo per 0,5 milioni di euro.

I ricavi in dettaglio risultano composti da 11,9 milioni di euro riferibili al Settore Militare e 3,6 milioni di euro relativi alla divisione Fast Ferries e Yacht, principalmente riferite alle attività svolte dal cantiere di Messina e della divisione Marine Systems.

Il settore Immobiliare e Holding presenta al 31 marzo 2019 ricavi netti pari a 1 milione di euro, in crescita del 32,4% rispetto a 0,7 milioni di euro al 31 marzo 2018.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it