Indietro

Mario Lupi, una vita per la storia di Pontedera

Mario Lupi

L'amministrazione ha deciso di valorizzare il prezioso lavoro del professore, che con passione ha raccolto documenti e divulgato la storia della città

PONTEDERA — Il primo dicembre, alle 17 in biblioteca Gronchi, Riccardo Ferrucci leggerà una laudatio per Mario Lupi e l'assessora alla cultura Liviana Canovai gli consegnerà una targa di riconoscimento, mentre amici e colleghi ricorderanno il lavoro culturale del professore. In questo modo l'amministrazione intende riconoscere l'importanza dell'attività didattica e di ricerca svolte da Lupi.

"Il professor Mario Lupi - si legge nelle motivazioni del riconoscimento - è stato fino dagli anni '60 insegnante particolarmente attento alla didattica della storia dell'arte. Ha insegnato nelle scuole medie e alla storia dell'arte ha dedicato gran parte della sua vita professionale e quelli da pensionato.

Come ricercatore ha approfondito lo studio sia dello scultore Pietro Kufferle (cui si devono alcune statue manumentali sulla facciata del Duomo di Pontedera) sia l'orafo Silvestro Mariotti. A entrambi ha dedicato due importanti biografie.

Oltre a ciò, Lupi ha curato la valorizzazione dell'opera di Andrea da Pontedera, costituendo, con il sostegno dell'amministrazione comunale, il Centro studi e documentazione Andrea da Pontedera, che dal 2006 al 2012 ha organizzato mostre, ricerche, convegni e ha pubblicato un ricco Bollettino con molti articoli sul tema dell'arte declinato a 360 gradi (da linguaggio visivo, all'arte contemporanea, all'arredo urbano, alla spray art, ai monumenti ecc. ecc.).

Ma Mario Lupi ha da sempre coltivato anche la passione per l'arte fotografica. Grazie al suo paziente e scrupoloso lavoro di ricercatore di archivi di vecchi fotografi, oggi abbiamo un cospicuo patrimonio documentario e fotografico di cui si dà parzialmente conto in un bel volume dal titolo: 'Ladri dell'anima. Fotografi in Valdera 1860-1966'. Alla fotografia, Lupi si è poi interessato non solo come studioso, ma anche in qualità di esperto archivista, raccogliendo immagini locali legate ad avvenimenti storici, artistici, letterari che documentano la vita storica di Pontedera (cfr. la bella pubblicazione 'Una città che cresce'). Grazie a questo lavoro di ricerca e conservazione il Centro di Documentazione Fotografica è diventato col tempo un punto di riferimento per appassionati di fotografia e per studiosi di fonti iconografiche locali.

Inoltre Mario Lupi ha collaborato a numerose pubblicazioni sulla storia della città e delle sue istituzioni e di alcuni luoghi (la filarmonia Volere è potere, l'areoporto di Pontedera, le rotonde, ecc. ecc.).

Nell'insieme ha contribuito a conservare e valorizzare l'eredità storica locale trasmettendo alle generazioni future un importante patrimonio culturale e rappresentando così un bell'esempio di impegno civico con un forte senso di comunità.

A sorreggere la sua attvività c'è stata la sua grande passione per la didattica dell'arte che lo ha portato a costruire molte occasioni per lavorare coi ragazzi, anche dopo che la pensione lo aveva sottratto all'insegnamento attivo.

Adesso una parte del lavoro e del materiale documentario accumulato negli anni da Mario Lupi (incluso il materiale del Centro Studi) è stato trasferito presso la Biblioteca G. Gronchi che lo sta ricatalogado e ha già cominciato a metterlo a disposizione di coloro che intendono utilizzarlo".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it