Indietro

L'Unione Valdera incontra il Guatemala

Insieme ad altre associazioni, l'Ente ha presentato un progetto di cooperazione internazionale per rafforzare le strutture ancestrali maya Quiché

PONTEDERA — L'Unione Valdera ha presentato insieme alle associazioni Fratelli dell'Uomo, associazione Cdro e associazione Serjus il progetto dal titolo Rafforzamento delle strutture ancestrali maya Quichè e della loro azione in difesa delle risorse naturali da realizzarsi in Guatemala.

Il progetto è stato presentato sul bando della Regione Toscana per il finanziamento di progetti semplici di Cooperazione Internazionale. I destinatari delle azioni sono gli abitanti delle comunità rurali in Guatemala, uomini e donne, giovani e adulti in condizioni di povertà.

L'obiettivo generale è quello di contribuire al rafforzamento del dialogo e della concertazione tra le autorità ancestrali maya e le autorità governative nei municipi dei dipartimenti interessati per migliorare la sicurezza alimentare dei popoli indigeni. L'Unione Valdera apporta al progetto la propria esperienza in materia di percorsi partecipativi (Valdera 2020) e di approccio strategico al tema del cibo, sviluppato in collaborazione con la Provincia nell'elaborazione del Piano del Cibo della provincia di Pisa, cogliendo l'opportunità di vedere da vicino l'esperienza delle autorità ancestrali Maya nella gestione delle problematiche comunitarie, che rappresenta una pratica di eccellenza.

Nell'arco dei 12 mesi di progetto, verranno inoltre organizzati degli eventi nel territorio della Valdera sul tema della sovranità alimentare, che è una piattaforma politica sintetizzabile come "il diritto dei popoli a definire le proprie politiche e strategie sostenibili di produzione, distribuzione e consumo di alimenti che garantiscano a loro volta il diritto all’alimentazione per tutta la popolazione”. 

Un primo incontro sarà rivolto ai bambini delle scuole primarie, incentrato sulle fiabe e sul cibo, un secondo incontro rivolto alla cittadinanza, per informazione e confronto sul tema specifico.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it