Indietro

​“L’opposizione fa errori di valutazione”

Marco Papiani
Marco Papiani

L’assessore Papiani replica agli attacchi di Forza Italia su Tasi e bilancio

PONTEDERA — “La Tasi non è una scelta presa dalla sola amministrazione Millozzi e le entrate fiscali del Comune non possono essere lette come quelle di un’azienda”. Questa in estrema sintesi la replica, su due principali punti, che l’assessore al bilancio Marco Papiani ha voluto fare agli esponenti di Forza Italia in consiglio comunale, Federica Barabotti e Domenico Pandolfi, che nei giorni scorsi hanno duramente criticato il bilancio e la ripartizione della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili.

“Questa maggioranza – ha esordito l’assessore – si è sempre dimostrata contraria all’abolizione dell’Imu e con l’introduzione della Tasi ha cercato di applicare quante più detrazioni possibili, soprattutto per le fasce più deboli. La dimostrazione della giustezza di questa posizione poi – ha aggiunto Papiani – è stata che con la Tasi anche chi paga al massimo, paga comunque meno di quando c’erano l’Imu e l’Ici”. Secondo l’assessore poi, Forza Italia sbaglia a incolpare il Comune per questa tassa: “La Tasi – ha chiuso Papiani – è stata applicata da quasi la totalità delle amministrazioni comunali italiane, non è una decisione della singola giunta Millozzi”.

Altro capitolo poi, sono le entrate fiscali. “Se i consiglieri leggono le cifre senza andare a vedere in bilancio a cosa corrispondono – ha spiegato Papiani – fanno per forza errori di valutazione. Il fatto che le entrate del Comune passano dai 36 milioni di euro del 2011 ai 62 milioni del 2014, questo dipende da diverse cose. In primo luogo – ha precisato l’assessore – ciò è generato da alcune poste contabili di giro che prima non c’erano e che rappresentano circa 7 milioni di euro. Poi adesso in più rispetto a prima c’è la Tari, altri 7 milioni e mezzo. L’aumento – ha concluso – è dipeso anche dai diversi metodi di calcolo dell’Imu rispetto all’Ici e da quei 10 milioni derivanti dal Dente Piaggio”. Per analizzare le entrate, quindi, per Papiani bisogna stare bene attenti a tutte le voci: “Non si può dire che in questi anni abbiamo raddoppiato il fatturato. Non si può paragonare il bilancio di un Comune a quello di un’azienda”.

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it