Indietro

​“Le manutenzioni al Comune di Buti non si toccano”

La posizione dei Cobas Pubblico Impiego per scongiurare lo smantellamento del servizio operaio di manutenzione

BUTI — “In questi anni il servizio manutenzione ha svolto ogni tipo di mansione, anche quando i carichi di lavoro erano insostenibili, quando non esisteva una formazione specifica o un controllo sanitario, hanno fatto i falegnami e i muratori anche quando i mezzi e gli strumenti a loro disposizione erano a dir poco carenti e inadeguati”. Queste le parole decise dei Cobas Pubblico Impiego in difesa del servizio operaio di manutenzione al Comune di Buti, preoccupati non solo per la situazione finora in atto, ma anche di una possibile esternalizzazione del servizio.

Indubbio, secondo Cobas, è il prezioso lavoro svolto da questi operai negli anni: “Grazie a questi lavoratori – scrivono in una nota – il Comune ha risparmiato decine di migliaia di euro, gli operai non si sono limitati alla manutenzione del verde e delle aree attrezzate, ma hanno fatto di tutto e di più garantendo un servizio puntuale e andando ben al di là delle loro stesse mansioni”.

La richiesta che il sindacato muove al sindaco di Buti è quindi quella di non esternalizzare il servizio, ma anzi di rafforzare la squadra addetta alla manutenzione, dotandola di più strumenti, aprendo le porte della commissione consiliare agli operai e ai Cobas per un confronto. “La privatizzazione – dicono dal sindacato – non serve e sarebbe dannosa e svantaggiosa per le casse comunali e i servizi erogati alla cittadinanza”.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it