Indietro

Festino in villa, chiesta nuova revoca domiciliari

Gli avvocati dei due ventenni arrestati la scorsa estate hanno presentato un'altra istanza per revocare gli arresti domiciliari

PONTEDERA — A quasi un anno dall'arresto, i difensori dei due ventenni accusati di un presunto stupro di gruppo, forse aggravato dall'uso di sostanze stupefacenti, durante un festino nella villa di uno dei due a Santa Maria a Monte, provano ancora una volta a chiedere la revoca degli arresti domiciliari.

I due ragazzi residenti in Valdera sono stati detenuti in carcere per sei mesi e recentemente hanno ottenuto i domiciliari con la possibilità di uscire solo per recarsi al lavoro, ma con il divieto tassativo di entrare in contatto con persone estranee alla famiglia. Il processo sul caso è iniziato a marzo e, dopo la seconda udienza del 29 giugno scorso, è stato aggiornato al 14 settembre. La sentenza di primo grado non arriverà prima di Natale e quindi, nell'attesa, gli avvocati dei due ragazzi hanno presentato istanza di revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari al collegio giudicante del tribunale di Pisa.

Il pm Aldo Mantovani, a differenza di quanto aveva fatto nei mesi scorsi, potrebbe stavolta dare un parere negativo.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it