Indietro

Guerra contro Poste per l'ufficio sempre chiuso

L'ufficio postale di Santo Pietro Belvedere

Mozione per "quantificare i danni subiti" e petizione dei cittadini per chiedere la riapertura dell'ufficio postale di Santo Pietro Belvedere

CAPANNOLI — E' guerra aperta fra l'amministrazione comunale e Poste Italiane circa l'ufficio postale di Santo Pietro Belvedere, che ancora oggi apre un solo giorno a settimana e che per la sua chiusura improvvisa c'è già una denuncia ai carabinieri presentata dalla sindaca Arianna Cecchini

In aggiunta a una petizione di iniziativa popolare in cui si richiede la riapertura dell’ufficio sei giorni a settimana - indirizzata alla sindaca, al Presidente di Regione Toscana, alla Direzione di Poste Italiane, al Prefetto di Pisa - il consiglio comunale ha approvato una mozione che impegna sindaca e giunta ad "attivarsi ulteriormente per la riapertura dell'ufficio postale di Santo Pietro Belvedere verso la Direzione centrale di Poste Italiane, verso il Prefetto di Pisa e verso tutte le istituzioni., riservandosi di quantificare i danni subiti".

Nella mozione, inviata a Poste Italiane, a Regione Toscana, al Prefetto di Pisa, ad Anci Toscana, ai consiglieri regionali del territorio e ai parlamentari del territorio, si ricorda che:

- dal 12 marzo "l'ufficio postale di Santo Pietro Belvedere è stato chiuso senza alcun preavviso alla cittadinanza né al Comune di Capannoli";

- in quello stesso giorno la sindaca presentò denuncia ai carabinieri di Ponsacco contro Poste Italiane;  

- della questione si è interessata Anci Toscana: generalmente sono stati chiusi gli uffici delle frazioni e tutto si è concentrato nell’ufficio del capoluogo, in alcuni casi anch’esso con orario ridotto, determinando problemi di code nell’unico ufficio aperto ed "è paradossale che nei Dpcm che si sono succeduti nel mese di marzo scorso siano stati garantiti i servizi bancari, finanziari, assicurativi e che le Poste abbiano chiuso gli uffici costringendo gli utenti a spostamenti, vietati dai vari decreti;

- "la chiusura dell'ufficio postale rappresenta un’interruzione di pubblico servizio e un grande disagio per la cittadinanza di Santo Pietro, in particolare per le persone anziane", con l'aggiunta che "l’ufficio postale di Santo Pietro Belvedere è frequentato anche da molti cittadini non residenti e che ha un importante volume di affari";

- dal giorno 29 aprile l'ufficio postale di Santo Pietro Belvedere è stato riaperto per un giorno a settimana, motivo per cui la sindaca ha continuato ad inviare al Prefetto di Pisa e a Poste Italiane numerose lettere di richiesta chiarimenti e numerosi solleciti per la riapertura dell'ufficio a tempo pieno;

- dal 4 maggio siamo entrati nella cosiddetta fase2 dell'emergenza Covid e "praticamente tutte le attività sono state riavviate, mentre l'ufficio postale di Santo Pietro Belvedere è ancora aperto un solo giorno a settimana".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it