Indietro

Al caldo e senza mensa: sciopero generale

Piaggio, Rsu Fiom denuncia due situazioni: mancati investimenti per raffrescare le officine e cambio di orario alla 2 bis senza consultare i sindacati

PONTEDERA — Sciopero generale oggi alla Piaggio. I lavoratori soffrono il caldo a lavoro, ma l'azienda non investe in un sistema per raffrescare le officine. In più impone all'officina 2 un cambio di orario (da 8-17 a 6-14) senza consultare le rappresentanze sindacali, e togliendo arbitrariamente il diritto alla mensa.

Sono queste le ragioni che hanno spinto gli esponenti di Rsu Fiom a indire per oggi martedì 28 luglio uno sciopero di un'ora a fine turno valido in tutto lo stabilimento Piaggio: “L’azienda ha deciso di affrontare il problema del caldo violando le norme contrattuali. Inoltre all'officina 2 bis, ai lavoratori della linea 1000cc è stato cambiato l'orario da 8-17 a 6-14, in modo del tutto arbitrario, senza alcun confronto con la rappresentanza sindacale. Ma, cosa ancora più grave, ai lavoratori è negato il diritto alla mensa, cosicché devono produrre per 8 ore ininterrotte mangiando un panino di corsa. La Piaggio non investe neanche un euro per migliorare la condizione dei lavoratori nei reparti insopportabili per il caldo, e adesso mette addirittura in discussione un diritto fondamentale come la mensa, per scaricare i problemi sui lavoratori".

Secondo l' Rsu questa situazione è inaccettabile e la denunceranno anche all'ispettorato del lavoro: “Questa grave azione dell'azienda deve essere riconosciuta per quello che è: un attacco ai diritti dei lavoratori. E' necessaria una risposta immediata e perciò oggi 28 luglio lo sciopero di un'ora a fine turno è esteso a tutto lo stabilimento. Diffidiamo la Piaggio a cessare la violazione delle norme contrattuali e riconoscere ai lavoratori interessati il diritto alla mensa. Resta comunque nostra intenzione denunciare la Piaggio all'ispettorato del lavoro per violazione del contratto di lavoro”.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it